La democrazia nel futuro

“La democrazia non è un approdo irreversibile, il destino scontato del progresso, l’esito del benessere economico. È una conquista che va continuamente rinsaldata, rinnovata, confermata”

Il Blog – Il modello di partito del Pd va cambiato

Il Blog – Il modello di partito del Pd va cambiato

L’unità realizzatasi nella Direzione nazionale del Pd è importante: lo è sempre, figuriamoci dopo una sconfitta elettorale così pesante. Tuttavia l’unità è una condizione necessaria, non sufficiente.
Vedo di fronte a noi tre possibili rischi e non possiamo permetterceli.
Il primo: ritenere che la causa della sconfitta sia stata la persona di Renzi, la caduta del feeling con i cittadini e dunque, dimessosi il segretario, la barca sarebbe destinata ad andare. Può darsi che il calo di simpatia del leader abbia inciso, ma dubito che l’esito senza di lui sarebbe stato entusiasmante.
No, la questione è l’analisi della società, le proposte avanzate, la coerenza con i valori che si richiamano. leggi tutto…

Siria. Chiti: azioni unilaterali aggravano la situazione

"L'uso di armi chimiche è criminale ma pensare di costruire pace, giustizia, convivenza stabile con azioni militari unilaterali, con i missili e i bombardamenti non risolve ma aggrava la situazione, provocando nuovi lutti, sofferenze, distruzioni. Il popolo siriano...

leggi tutto

Agenda

In evidenza

Ius Soli. Breve vademecum per una legge di civiltà

La proposta di legge sullo Ius soli prevede che può diventare cittadino italiano chi è nato in Italia da genitori stranieri, se almeno uno dei due ha un diritto di soggiorno permanente, nel caso di cittadini dell'Unione Europea, o il permesso di soggiorno di lungo...

Presentazione In Senato del libro ‘Vicini e lontani’. Il video

Nella sala Koch del Senato è stato presentato il mio nuovo libro 'Vicini e lontani. L'incontro tra laici e cattolici nella parabola del riformismo italiano'. Hanno partecipato Pietro Grasso, Stefano Folli, Gianni Cuperlo, Luigi Zanda, Giorgio Benvenuto...

Chiti rinuncia a indennità di presidente di Commissione

Il senatore Vannino Chiti, con una lettera inviata il 17 giugno 2013 al presidente del Senato Pietro Grasso, ha rinunciato all'indennità di presidente della XIV commissione Politiche dell'Unione europea di 2.223 Euro Lordi.