“Il lavoro e’ oggi la prima preoccupazione degli italiani. Continuare a prendere in giro i cittadini, e in particolare i giovani, come fa la destra su questo tema, non solo e’ sbagliato ma offende la dignita’ di milioni di persone che vivono situazioni di disagio, precarieta’ e insicurezza”.
Cosi’ Vannino Chiti candidato nelle liste del Pd al Senato che oggi partecipa a due iniziative della campagna elettorale nazionale in Abruzzo, a Sulmona e Penne.
“Il Pd- aggiunge Chiti- avanza proposte serie per riportare il lavoro e la dignita’ dei lavoratori al centro dell’azione di governo: deve essere sconfitta la precarieta’, che toglie ogni prospettiva di futuro. Per questo vogliamo incentivare il contratto a tempo indeterminato, la forma normale del rapporto di lavoro, rendendolo piu’ ‘conveniente’ dal punto di vista fiscale rispetto ai contratti flessibili”. Secondo il Senatore Pd “per andare in questa direzione e’ necessario dare ossigeno alle aziende e permettere loro di investire e fare nuove assunzioni saldando, in un arco di tempo ragionevole, i debiti che la pubblica amministrazione ha nei confronti delle imprese. Il governo di centrosinistra, come ha detto Bersani, varera’ un piano pari a 10 miliardi di euro l’anno per la durata di 5 anni attraverso l’emissione di titoli di Stato sul modello dei Btp Italia emessi nei mesi scorsi, finalizzati esclusivamente a questo scopo”. Infine, conclude l’esponente democratico, “per rilanciare l’economia e’ necessario anche allentare il patto di stabilita’ interno, permettendo ai comuni con i bilanci in ordine di avviare immediatamente opere pubbliche, a partire dalla messa in sicurezza del territorio”.