“Non mi auguro che si voglia candidare a primo ministro, non solo perche’ e’ senatore a vita, ma anche perche’ e’ stato primo ministro di un governo sorretto da una grande maggioranza per far fronte all’emergenza finanziaria”.
E’ il parere espresso in diretta a Tgcom24 da Vannino Chiti (Pd) sull’ipotesi di una candidatura di Monti alla presidenza del consiglio. Sulla definizione avanzata da D’Alema e ribadita da Berlusconi aggiunge: “Non la definirei immorale, ma la discesa in campo come presidente del consiglio la vedrei come rottura di un  ruolo che Monti e’ stato chiamato a svolgere”.